Intervista Flash: BS Bone

Immagine di BS Bone BS Bone è il nome di un nuovo progetto che va ad inserirsi nella multiforme e tumultuosa scena metal italiana. Jerico ha intervistato per voi i ragazzi del gruppo: sentiamo cosa hanno da dire!

 

Visto che siete alla prima intervista in questo sito, perché non presentate ai nostri lettori quando ed in che modo avete iniziato il vostro percorso nel mondo underground?

Ciao amici di Metalwave, non siamo i BS Bone. Abbiamo iniziato a suonare insieme nell'estate del 2017. Siamo un trio e tutti e tre ci conosciamo da una vita in quanto proveniamo da un piccolo paese molisano. rnLa band è la seguente: io (Vyper) al basso e alla voce, Leo alla batteria e Steve Grind alla chitarra.

Da quali generi e bands è influenzato il gruppo?

Non riteniamo di appartenere ad un unico genere, in quanto finora non ci collochiamo in nessun filone specifico. Ci piace definirci come un cocktail di Stoner, Hard Rock, Alternative Rock, con richiami Metal. Tra le influenze non posso non citare Audioslave, Kyuss, Black Sabbath, Queens of The Stone Age, ma la lista sarebbe molto più lunga.

So che potrebbe non essere facile farlo, ma potreste commentare il vostro ultimo lavoro?

Quest'estate abbiamo registrato la nostra demo chiamata "Inside Insanity". E' stata registrata volutamente in maniera tale da avere un'attitudine live. E' stata rilasciata digitalmente ma abbiamo comunque stampato il formato fisico che distribuiamo durante i live. Si compone di quattro tracce che parlano di spaccati di vita quotidiana, di pazzia, dell'alienazione sociale che sta vivendo la nostra generazione.

La scena metal underground è indubbiamente inflazionata da tantissmi gruppi, per cui (spesso) risulta necessario presentare delle composizioni che si facciano notare nel marasma delle varie scene musicali. Ritenete che le vostre canzoni abbiano da dire qualcosa in più o di diverso da quello che è già stato detto nell'affollatissimo mondo metal?

Noi cerchiamo di metterci sempre del nostro, in ogni nostra composizione.

Cosa pensate del panorama underground nazionale?

Ci sono band validissime, a prescindere dal genere in questione. La verità è che a volte siamo un po' troppo esterofili e quindi molti progetti musicali sono inevitabilmente destinati a concludersi.

La carriera di un gruppo musicale (pur breve che possa essere) è sempre costellata di avvenimenti più o meno positivi. Cosa vorreste cancellare e cosa ricorderete per sempre della vostra esperienza di gruppo, dagli inizi inizi sino ad ora?

-

Come giudicate il veicolo Internet per la promozione della scena musicale?

Indubbiamente è uno strumento fondamentale per farsi conoscere; basti pensare che qui dalle nostre parti se non ci fosse internet a veicolare la nostra musica...beh sarebbe realmente quasi impossibile riuscire ad emergere.

Visto che ne stiamo parlando.... quanti CD originali acquistate ogni mese? E quanti ne ascoltate?

Anni fa ne acquistavamo molti ma molti di più. Attualmente con l'avvento del digitale, non nascondiamo che sono davvero pochi (se paragonati all'epoca); tuttavia prediligiamo acquistare lavori di band underground, piuttosto che quelli più mainstream.

Cosa vuole fare il vostro gruppo da grande?

Vogliamo incidere un full-length e suonare il più possibile live.

Ok, ragazzi! Lo spazio a nostra disposizione sta per terminare, ma voglio lasciarvi carta bianca per l'ultimo messaggio. A voi la parola, siete liberi di esprimervi!

Seguiteci sui nostri diversi canali social e ricordate:rnRock will never die!

Intervista di Jerico Articolo letto 1738 volte.

 


Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.