Intervista Flash: Killery

Immagine di Killery Killery è il nome di un nuovo progetto che va ad inserirsi nella multiforme e tumultuosa scena metal italiana. Jerico ha intervistato per voi i ragazzi del gruppo: sentiamo cosa hanno da dire!

 

Visto che siete alla prima intervista in questo sito, perché non presentate ai nostri lettori quando ed in che modo avete iniziato il vostro percorso nel mondo underground?

Lucas: Anzitutto grazie mille per lo spazio che date ad ogni band con questa intervista flash. La nostra band ha iniziato il suo viaggio nel 2016, ma ognuno di noi ha avuto altre formazioni prima dei Killery. Il mio viaggio musicale è iniziato nel 2010,più o meno. Ho iniziato a suonare in alcune band power metal e prog metal e poi ho trovato i Killery, o mi hanno trovato ahahaha.rnPitter: Io invece ricordo a malapena quando e come mi sono interessato alla musica e specialmente a quella underground, l'unica cosa che ricordo bene è che ho venduto le mie cose per ottenere soldi per vedere le band locali.

Da quali generi e bands è influenzato il gruppo?

Lucas: Questa è una domanda molto difficile. Perché tutti hanno influenze diverse con diversi generi metal. Sono il tipo che ascolta dal grindcore a Johnny Cash, G-Rude ama più il bay area Thrash Metal, Arthur è un grande fan dei Queen che si avvicina all'heavy metal e al thrash, a Gabriel piacciono molto prog metal e power metal mentre Pitter è il ragazzo con influenze hardcore. Ma se posso prendere una band, dalla quale ci ispriamo di più, possiamo dire che siamo tutti profondamente influenzati dagli Slayer.rnPitter: Come ha detto Lucas, ho una forte influenza di hardcore.rnrn

So che potrebbe non essere facile farlo, ma potreste commentare il vostro ultimo lavoro?

Lucas: Credo davvero nelle nostre canzoni. Il modo in cui creiamo la nostra musica e pensiamo a come funziona o in studio è una cosa che mi emoziona. Molte volte abbiamo messo alcuni elementi del nostro paese che esplorano la nostra cultura e questo è impagabile per vedere come si adatta e dà una dinamica diversa e forma in una canzone. È successo in "Fuck you All". Gabriel montò una percussione tribale nella parte strumentale della canzone. Queste cose sono dettagli, ma creano un'identità per la nostra band e questo può fare la differenza.

La scena metal underground è indubbiamente inflazionata da tantissmi gruppi, per cui (spesso) risulta necessario presentare delle composizioni che si facciano notare nel marasma delle varie scene musicali. Ritenete che le vostre canzoni abbiano da dire qualcosa in più o di diverso da quello che è già stato detto nell'affollatissimo mondo metal?

Lucas: Non ci ergiamo sopra nulla continueremo a fare quello che piace e a esprimere i nostri ideali attraverso quello che componiamo. Ci sono tantissime band li fuori che meritano e sarebbe bello fare un networking tra bands (anche dello stesso Paese o internazionalmente) per dare risalto alla scena,si vince se siamo tutti uniti non se ci disuniamo.rnPer il resto, non sono come qualche altro gruppo che scredita altri gruppi, non diciamo di essere eruditi di teoria musicale e di "setticlavio" (perchè questa voce è arrivata anche in Brasile), ci piace fare musica. Credo che tante bands siano valide e anche molto più brave di noi, noi tentiamo il tutto e per tutto, spero si apprezzi il cuore che mettiamo in ogni composizione.

Cosa pensate del panorama underground nazionale?

Il Brasile ha sempre avuto un'eccellente quantità di band. Dal Brasile arrivarono Sepultura, Tortura Squad, Claustrofobia, il potente Krisiun e altri gruppi di cacciatori. Ma la verità è che è davvero difficile mantenere un gruppo. Le spese sono enormi e il rendimento è minimo. Le band che abbiamo in underground creano metallo per amore. Queste band mi hanno offerto una lunga strada con tonnellate di difficoltà per emergere dal sottosuolo brasiliano al mondo e questi ostacoli fanno sì che molte buone band finiscano.rn

La carriera di un gruppo musicale (pur breve che possa essere) è sempre costellata di avvenimenti più o meno positivi. Cosa vorreste cancellare e cosa ricorderete per sempre della vostra esperienza di gruppo, dagli inizi inizi sino ad ora?

Lucas: Questa domanda è davvero bella, e vorrei condividere con voi lettori di Metalwave un aneddoto ahahah; l'anno scorso abbiamo suonato in una convention Harley Davidson e questo è stato terribile ahahaha, il tecnico del suono non sapeva come equalizzare il nostro suono. E il pubblico era come 15 persone che ci guardavano storto ahaha i motociclisti qui non amano la musica estrema, quindi quando abbiamo iniziato a suonare, era come "amico, wtf è quella band" ahaharnIl momento che ricorderò per sempre sarà quando suonammo in un festival chiamato "24 ore su 24". Era un evento straordinario con band davvero buone della mia città. Non dimenticherò mai quei moshpits!

Come giudicate il veicolo Internet per la promozione della scena musicale?

Lucas: è molto più facile promuovere una band in questi giorni. Conoscere le persone giuste può davvero rendere le cose facili. Ora possiamo parlare con Labels direttamente su internet o pubblicare canzoni su piattaforme di streaming. In passato le band hanno inviato una demo via e-mail e non ogni volta si aveva una risposta. In passato esistevano queste difficoltà. Ma con Internet ci sono anche alcune difficoltà,ma anche molti punit positivi... basta una connessione e con le giuste maniere si può sfruttare internet al meglio...tipo noi casualmente ci siamo imbattuti in metalwave, e con le nostre conoscenze maccheroniche di italiano, stiamo rispondendo a questa intervista. Andando nel profondo qualcosa di divertente è successo a noi in tal senso. Il nostro CD è stato rilasciato il 04/25, ma era disponibile in molti siti 3 giorni prima della data di uscita ufficiale. Non so come. L'unica spiegazione che ho trovato è che qualcuno che abbiamo inviato il CD per una recensione ha fatto trapelare l'album. Ma abbiamo inviato a molti blog e siti, quindi è impossibile scoprire chi lo ha trapelato. Quando me ne sono reso conto, mi sono arrabbiato, ma dopo aver notato che così tante persone conoscevano, il nostro problema diciamo che è stato èiù un problema. Per il nostro gruppo che è nuovo e molte persone non ci conoscono ancora è stato un punto positivo.

Visto che ne stiamo parlando.... quanti CD originali acquistate ogni mese? E quanti ne ascoltate?

Lucas: hmm ho bisogno di fare un riconteggio ma ho almeno 120 cd. L'ultima che ho comprato è stata l'edizione wacken di Hellbound di Torture Squad, un capolavoro. Non compro CD ogni due mesi. A volte compro 5 cd di fila. Non è qualcosa di periodico. Ho ascoltato molte band e artisti, quindi questa settimana ho ascoltato il sacramento del peccato, Lamb of God's Wrath, il libro per pianoforte di Lang Lang, Hatebreed's Supremacy e Soulfly's Ritual.rnPitter: avevo circa 50 album in media, ma oggi non ne ho più perché questi album erano le cose personali che vendevo per andare agli spettacoli, l'ultimo che ho comprato: Randy Rhoads Tribute di Ozzy

Cosa vuole fare il vostro gruppo da grande?

Lucas: Non ci abbiamo mai veramente pensato. Ma qualcosa che faremo è suonare il metal in ogni angolo, chiunque ci chiami! rnPitter: Mi piacerebbe avere un aereo come gli Iron Maiden, haha, parlando seriamente, vorrei cercare di esportare la nostra proposta musicale in tutto mondo... difficile? Si, ma se non ci prova non ci si sa se ciò potrebbe più o meno accadere

Ok, ragazzi! Lo spazio a nostra disposizione sta per terminare, ma voglio lasciarvi carta bianca per l'ultimo messaggio. A voi la parola, siete liberi di esprimervi!

Lucas: Grazie mille per lo spazio concessoci, grazie a Metalwave che ha un sito così professionale ed una ottima efficenza. Ringraziamo tutti coloro che ci sostengonornrnPitter : Lunga vita al metal !

Intervista di Jerico Articolo letto 183 volte.

 


Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.