Intervista Flash: Obsidian Monolith

Immagine di Obsidian Monolith Obsidian Monolith è il nome di un nuovo progetto che va ad inserirsi nella multiforme e tumultuosa scena metal italiana. Jerico ha intervistato per voi i ragazzi del gruppo: sentiamo cosa hanno da dire!

 

Cosa pensate del panorama underground nazionale?

La scena nazionale italiana e' piena di gruppi validi, sfortunatamente molti gruppi non riescono ad emergere per varie motivazioni e il fatto mi rattrista. L'italia e' ancora un paese vecchio e per emergere bisogna lavorare il doppio. Voglio cogliere l'occasione per citare i deathcrush, un gruppo dalla sardegna nato nel 2003 che si sta dando veramente da fare, da poco hanno incominciato a suonare in giro per l'europa, consiglio tutti di dargli un ascolto perche' meritano davvero.

So che potrebbe non essere facile farlo, ma potreste commentare il vostro ultimo lavoro?

The Descent (EP) e' un introduzione al nostro suono, e' un anticipazione del nostro album che uscira' a breve nel 2019.rnLe canzoni sono un insieme di cio' che ci influenza a livello musicale, sono cariche di energia e hanno una chiave malinconica che si trascina in ogni canzone andando pari passo con la tematica nichilista.rn

La scena metal underground è indubbiamente inflazionata da tantissmi gruppi, per cui (spesso) risulta necessario presentare delle composizioni che si facciano notare nel marasma delle varie scene musicali. Ritenete che le vostre canzoni abbiano da dire qualcosa in più o di diverso da quello che è già stato detto nell'affollatissimo mondo metal?

Le temetiche sono abbastanza concentrate su una visione negativa del genere umano e su i danni che l'essere umano reca all'ambiente. E' un tema che va abbastanza fuori dagli stereotipi del metal, non neghiamo il fatto che altre band probabilmente abbiamo tematiche simili. Sicuramente cio' che ci differenzia e' come esprimiamo determinati concetti.

Visto che siete alla prima intervista in questo sito, perché non presentate ai nostri lettori quando ed in che modo avete iniziato il vostro percorso nel mondo underground?

Obsidian Monolith e' nato come progetto solista del nostro chitarrista Maurizio Piras nel 2015. Il progetto aveva tanto da offrire sin dall'inizio e come molti musicisti spesso sognano o fantasticano, si e' sentito il bisogno di trasformare il progetto in una band completa e attiva. Tutti i componenti del gruppo si sono avvicinati alla scena underground in eta' adolescenziale, in Sardegna per quanto riguarda Maurizio e nei sobborghi di Melbourne per i restanti membri del gruppo (Axel, Bryce and Ben).rn

Da quali generi e bands è influenzato il gruppo?

Il gruppo e' fortemente influenzato da vari sottogeneri del metal. Il nostro suono e' composto da elementi tipici del death metal melodico, black metal e doom metal, il tutto ricamato in maniera tale da preservre l'originalita' del gruppo stesso. Detto cio' non pensiamo di aver avuto influenze da gruppi in particolare, il nostro intento e' l'originalita'.

La carriera di un gruppo musicale (pur breve che possa essere) è sempre costellata di avvenimenti più o meno positivi. Cosa vorreste cancellare e cosa ricorderete per sempre della vostra esperienza di gruppo, dagli inizi inizi sino ad ora?

Le esperienze negative non vanno cancellate, bisogna imparare dagli errori. Come si dice: tutto fa brodo, ahahah. Personalmente Obsidian Monolith puo' vantare di aver suonato con gruppi eccezionali in Australia dal 2007 ad oggi, come fondatore del gruppo e come cittadino italiano sono orgoglioso di ogni piccolo passo intrapreso all'estero. Un esperienza che non dimenticheremo mai e' il rapporto amore odio che si forma ogni volta che si registra, essere passati in radio nazionale Australiana e aver avuto modo di suonare con gruppi fantastici e godersi l'energia che il pubblico trasmette quando si suona dal vivo.

Come giudicate il veicolo Internet per la promozione della scena musicale?

Abbiamo iniziato a suonare in eta' adolescenziale in vari gruppi, abbiamo passato anni andando in giro per locali promuovendo i gruppi dell'epoca e passando locandine in giro per le citta'. Internet e' un mezzo di comunicazione efficace ma lo troviamo particolarmente freddo.

Visto che ne stiamo parlando.... quanti CD originali acquistate ogni mese? E quanti ne ascoltate?

Il numero di cd aquistati e' calato con l'era dello streaming, compriamo CD dei nostri gruppi preferiti ogni volta che pubblicano nuovo materiale e usiamo spotify o youtube per scoprire nuovi gruppi. Ascoltiamo cd a casa e usiamo spotify quando siamo in giro.

Cosa vuole fare il vostro gruppo da grande?

il gruppo ha intenzione di intensificare il numero di serate annuali e iniziare i preparativi per suonare oltre oceano con la speranza di poter mettere piede in Europa.

Ok, ragazzi! Lo spazio a nostra disposizione sta per terminare, ma voglio lasciarvi carta bianca per l'ultimo messaggio. A voi la parola, siete liberi di esprimervi!

Vogliamo ringraziare chiunque stia leggendo questa intervista flash e vogliamo invitarvi tutti a visitare la nostra pagina facebook, bandcamp e youtube. Abbiamo un album in cantiere che sara' pubblicato a breve, tenete un occhio sulle nostre pagine per ulteriori informazioni.

Intervista di Jerico Articolo letto 136 volte.

 


Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.