Intervista Flash: Pacino

Immagine di Pacino Pacino è il nome di un nuovo progetto che va ad inserirsi nella multiforme e tumultuosa scena metal italiana. Jerico ha intervistato per voi i ragazzi del gruppo: sentiamo cosa hanno da dire!

 

Visto che siete alla prima intervista in questo sito, perché non presentate ai nostri lettori quando ed in che modo avete iniziato il vostro percorso nel mondo underground?

Sì, come avrete notato non siamo proprio dei novellini. Suoniamo dai primi degli anni Novanta... qualcuno di noi già dagli anni Ottanta. Abbiamo partecipato a diversi progetti musicali, le band più note nelle quali alcuni di noi hanno militato sono Moofloni, Criminal Tango, Phonica, X-Ray Life. Possiamo dunque dire che abbiamo vissuto un'intera vita nell'underground.

Da quali generi e bands è influenzato il gruppo?

Le band che adoriamo sono davvero tantissime, dal prog anni 70 al grunge anni 90 fino a scivolare anche in quel poco di valido che c'è nel rock di oggi, forse la band che più ci assomiglia sono i Faith No More, una band che tutti e 4 adoriamo in maniera particolare.

So che potrebbe non essere facile farlo, ma potreste commentare il vostro ultimo lavoro?

È un disco diverso dagli altri, non ha un'identità precisa, non lo puoi catalogare e questo può essere anche un male se con la musica ci vuoi fare business. Ma noi non suoniamo per questo motivo, dunque se cerchi qualcosa di diverso ma che, date le tante influenze, può ricordare al contempo tante altre band siamo convinti che il nostro disco possa davvero piacere. Non ha un preciso filo conduttore ma allo stesso tempo riflette i malumori della nostra epoca, l'avvento prepotente dell'America nella nostra cultura, tentando di stuprare il nostro essere europei togliendoci la personalità che ci contraddistingue, e la solitudine e disperazione che ne può derivare continuando a subire questo tipo di violenza.

La scena metal underground è indubbiamente inflazionata da tantissmi gruppi, per cui (spesso) risulta necessario presentare delle composizioni che si facciano notare nel marasma delle varie scene musicali. Ritenete che le vostre canzoni abbiano da dire qualcosa in più o di diverso da quello che è già stato detto nell'affollatissimo mondo metal?

Penso che la musica possa avere sempre qualcosa da dire se fatta con libertà, il mondo musicale di oggi è ritornato un po' alla preistoria in quanto la discografia ha meno potere, ma al tempo stesso non potendo più arricchirsi facendo musica di musicisti ce ne sono sempre di meno e quelli con talento e cose da dire faticano ad emergere. Il problema non è avere qualcosa di nuovo da dire, ma è far sì che chi ha qualcosa da dire riesca ad emergere ed essere ascoltato dal mondo. Cosa molto difficile. Per questo sembra che non ci sia nulla di nuovo, in realtà c'è ma fatichiamo a scoprirlo.

Cosa pensate del panorama underground nazionale?

Sempre meno musicisti tra le nuove generazioni e vecchie leve che continuano a reinventarsi o anche no. Fatichiamo ad emergere a livello mondiale, siamo da terzo mondo, penalizzati come sempre dalla lingua, e da una scena musicale tra locali scadenti ed eventi solo da superstar, che non ci permette di essere considerati. Siamo messi malino direi.

La carriera di un gruppo musicale (pur breve che possa essere) è sempre costellata di avvenimenti più o meno positivi. Cosa vorreste cancellare e cosa ricorderete per sempre della vostra esperienza di gruppo, dagli inizi inizi sino ad ora?

Da cancellare per il momento non c'è nulla, siamo nati da poco con la formazione attuale in fin dei conti. Il periodo con gli altri 2 cantanti è stata una fase indispensabile per arrivare ad oggi; da ricordare per sempre questo nostro primo disco a cui teniamo davvero molto.

Come giudicate il veicolo Internet per la promozione della scena musicale?

Ottimo, internet ci permette di arrivare ovunque, è eccezionale per abbattere ogni barriera e ci da la possibilità di confrontarci a 360°. Penso che sia una cosa unica per un artista.

Visto che ne stiamo parlando.... quanti CD originali acquistate ogni mese? E quanti ne ascoltate?

Pochi acquisti di CD originali, 1 al massimo ogni mese, ormai ascoltiamo tutto in streaming dal web, la tendenza è quella di comprare vecchi dischi poi, roba nuova davvero poca. Siamo vittime anche noi della 'new generation'.

Cosa vuole fare il vostro gruppo da grande?

Vorrebbe fare un tour all'estero, iniziare a vedere come risponde il pubblico al di fuori delle nostre mura, ci piacerebbe andare in Germania, Inghilterra, USA. Non sarà facile ma ci riusciremo. Intanto abbiamo un album da far conoscere e viviamo alla giornata. Sono sicuro che qualcosa di buono nascerà.

Ok, ragazzi! Lo spazio a nostra disposizione sta per terminare, ma voglio lasciarvi carta bianca per l'ultimo messaggio. A voi la parola, siete liberi di esprimervi!

Se qualcuno vuole ascoltare della musica che nasce direttamente da cuore, senza filtri di nessun tipo, senza modelli seguiti o modellamenti subiti per cercare di fare un prodotto da vendere, noi facciamo al caso vostro. Siamo come una donna senza trucco che si è appena svegliata al mattino: fate attenzione, potreste innamorarvene o spaventarvi a morte!rn

Intervista di Jerico Articolo letto 134 volte.

 


Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.