Intervista Flash: Sakahiter

Sakahiter è il nome di una nuova realtà che va ad inserirsi nella multiforme e tumultuosa scena metal italiana. ha intervistato per voi i ragazzi del gruppo: sentiamo come la pensano!!!

 

[MW] Visto che siete alla prima intervista in questo sito, perché non presentate ai nostri lettori quando ed in che modo avete iniziato il vostro percorso nel mondo underground?

I Sakahiter sono nati nell'estate del 2002 e già nel Gennaio del 2003, bruciando i tempi, hanno registrato il primo demo, presso i Temple of Noise Studio di Roma. "Lex sacrata" ha subito ottenuto responsi ottimi con diversi top demo e soprattutto il favore del pubblico e ci ha permesso di intraprendere una buona attività live in giro per l'Italia, sia come headliner che come supporto a band di un certo spessore come Pandemia, Natron, Captivus Diaboli, Disguise, prima di un vero e proprio mini tour in Aprile con i Frostmoon Eclipse nel centro sud. Contemporaneamente abbiamo messo su nuovi pezzi che andranno a finire sul prossimo cd, ma purtroppo abbiamo avuto anche qualche problema di line up che ci ha notevolmente rallentati. Nonostante tutto non demordiamo e stiamo già lavorando con i nuovi elementi per tornare al più presto in studio e soprattutto on stage…

[MW] Da quali generi e bands è influenzato il gruppo?

Noi suoniamo black metal, senza ausilio di tastiere o voci femminili. Siamo quindi molto legati ad un tipo di sound che non ha niente a che fare con gruppi come Cradle of Filth o Dimmu Borgir, ma piuttosto è figlio di grandi band come i primi Emperor, i primi Immortal, senza scordare la scena svedese di gruppi come Dark Funeral o Dissection, oltre naturalmente l’influenza che un certo tipo di thrash e di death hanno avuto nella composizione dei primi brani. I nuovi brani sono senz’altro più influenzati dal filone svedese, e sono quindi molto più complessi di quelli del demo.

[MW] So che potrebbe non essere facile farlo, ma potreste commentare il vostro ultimo lavoro?

“Lex sacrata” è un mini cd di quattro pezzi, ed essendo un cd di esordio ha in se tutti i pregi e i difetti che un lavoro del genere deve avere. Da una parte la freschezza delle composizioni, nate d’istinto e con passione, dall’altra una certa immaturità dovuta al fatto che era la prima esperienza in studio. In definitiva direi che per essere un esordio sia un lavoro più che dignitoso, e che i pregi abbiano la meglio sui difetti, e direi che i riscontri che abbiamo avuto mi danno ragione.

[MW] La scena metal underground è indubbiamente inflazionata da tantissmi gruppi, per cui (spesso) risulta necessario presentare delle composizioni che si facciano notare nel marasma delle varie scene musicali. Ritenete che le vostre canzoni abbiano da dire qualcosa in più o di diverso da quello che è già stato detto nell'affollatissimo mondo metal?

Non spetta a noi dirlo, ma a chi ascolta il cd… per quanto ci riguarda, pur restando strettamente legati al genere che proponiamo, cerchiamo di non essere banali, quindi inseriamo riff o ritmiche o soluzioni melodiche che esulano un po’ dal black metal, e credo che in alcuni momenti ci riusciamo abbastanza bene. Se proprio dovessi paragonare “Lex sacrata” ad altri cd black che mi è capitato di ascoltare potrei dirti che mi sembra un po’ più vario, meno ripetitivo… però ripeto, il mio è un giudizio falsato dal fatto che sto parlando dei nostri brani. Le critiche, positive o negative che siano, spettano ad altri, non a me…

[MW] Cosa pensate del panorama underground nazionale?

Che come tutte le cose della vita abbia due facce ben distinte… da una parte quelli che si fanno veramente il mazzo per tenerlo vivo e vegeto, dall’altra quelli che son buoni solo a chiacchiere… Certo le cose rispetto a qualche anno fa sono notevolmente migliorate… Però forse proprio il proliferare di una marea di gruppi, webzine, agenzie di promozione, etc, da una parte può sì aiutare, ma dall’altra sicuramente inflaziona il tutto… Per fortuna di gruppi seri e validi ce ne sono in abbondanza… Non faccio nomi per non fare distinzioni, anche perché poi chi è realmente valido e lavora bene e con onestà riesce a farsi notare, a discapito di quei personaggi di cui parlavo prima…

[MW] La carriera di un gruppo musicale (pur breve che possa essere) è sempre costellata di avvenimenti più o meno positivi. Cosa vorreste cancellare e cosa ricorderete per sempre della vostra esperienza di gruppo, dagli inizi inizi sino ad ora?

Io cancellerei tutte le persone di cui parlavo nella domanda precedente, quelle che non sanno far altro che buttare merda sugli altri, o per invidia, o per incapacità, o semplicemente per stupidità. Visto che noi suoniamo black, inoltre, butterei nel cesso tutti quei fighetti sedicenni (di anagrafe o di testa…) che sono convinti che il black debba essere per forza cerone, borchie e croci capovolte… non hanno capito veramente un cazzo… Per fortuna ci sono anche tantissimi aspetti positivi da ricordare, che vanno da una bella recensione a un’intervista interessante, o, ancora di più, dal conoscere una marea di gente andando a suonare in giro, allo stringere amicizia con i gruppi con cui si divide il palco, senza scordare le numerosa stronzate della vita di tutti i giorni che dividi con i membri del gruppo, siano esse positive o negative, non importa, perché comunque sono cose che rafforzano il rapporto che c’è nella band…

[MW] Come giudicate il veicolo "internet" per la promozione della scena musicale?

Per un gruppo agli esordi è una vera e propria manna dal cielo… ti permette di raggiungere un’infinità di persone nel minor tempo possibile… che sia attraverso un mp3 o un’intervista o una rece on line, fatto sta che in poco tempo puoi arrivare dall’altra parte del mondo a costi zero. Certo poi quando gli interessi delle case discografiche diventano sempre più pressanti capisco che possa diventare anche una piaga, ma per ora non ci riguarda, quindi ben venga l’utilizzo di internet…

[MW] Visto che ne stiamo parlando.... quanti CD originali acquistate ogni mese? E quanti ne ascoltate?

Io personalmente CD ne acquisto molto pochi, perché li ho sempre odiati… Preferisco ancora il vecchio e caro LP, e di quelli ne compro veramente molti… Nonostante ciò comunque ascolto musica a ripetizione… praticamente solo mentre dormo non ho lo stereo acceso, e ascolto veramente di tutto (anche per il lavoro che faccio…), per tenermi sempre aggiornato sulle varie evoluzioni musicali, sia in ambito metal che non… Se a questo aggiungi le ore di prove con i vari gruppi e i concerti live (visti e suonati), ti accorgi di come praticamente vivo in funzione della musica… E gli altri non mi sono da meno…

[MW] Cosa vuole fare il vostro gruppo "da grande"?

Di sicuro nessuno di noi ha la pretesa di poter vivere di musica, a maggior ragione suonando black metal, per giunta qui in Italia… Per ora ci basta poter portare avanti il gruppo e far conoscere la nostra musica in giro, almeno finché avremo la forza di farlo. Intanto a breve arriverà il nuovo cd (e probabilmente un 7” su vinile…), con conseguenti date live, e per noi è giù un buon traguardo… vedremo in seguito cosa accadrà… Io poi ho anche una certa età, quindi meglio che non faccia progetti a lungo termine, eheheh… Per ora sono contento di poter ‘vivere di musica’, almeno nel modo in cui lo intendo io… poi si vedrà…

[MW] Ok, ragazzi! Lo spazio a nostra disposizione sta per terminare, ma voglio lasciarvi carta bianca per l'ultimo messaggio. A voi la parola, siete liberi di esprimervi!

Poche righe per dirvi che stiamo tornando più agguerriti e incazzati di prima… ancora poco e la nuova line up sarà stabile e torneremo a calcare i palchi di tutta Italia… Occhio quindi alle news sul nostro sito (http://www.sakahiter.com), a breve ce ne saranno di gustose… E grazie a voi di Metal Wave per lo spazio che c’avete concesso…

Intervista di Jerico Articolo letto 649 volte.

 


Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.